Deles Academy e Poli.Design Milano: la collaborazione per una formazione d'eccellenza

Martedì 17 settembre alle ore 11.00 DELES Group, azienda che opera da 50 anni nel settore dell’imballaggio, supply chain, automazione del fine linea, ha aperto le porte della storica sede di Uboldo (VA) per presentare a istituzioni, autorità, giornalisti e ai tantissimi diplomandi provenienti dagli istituti tecnici e licei del territorio, la nuova struttura formativa DELES ACADEMY, nata come leva per attivare un processo di cambiamento della mentalità aziendale e per rendere l’impresa più attrattiva verso i giovani e il loro pensiero innovativo.

Sosteniamo la formazione partendo dalle imprese

Inaugurazione Deles Academy, ospite Romano Prodi

Sono state presentate la nuova struttura, la mission formativa e un nuovo corso di alta formazione, realizzato in collaborazione con il Poli.Design, ente formativo del Politecnico di Milano, pensato per coniugare le esigenze del mondo delle imprese, la proposta formativa accademica e la richiesta di specializzazione dei giovani nell’ambito del design applicato all’imballaggio.

La mattinata si è aperta con una tavola rotonda, alla quale hanno preso parte figure di spicco del mondo accademico e industriale, tra cui Matteo O. Ingaramo, Direttore Generale di POLI.design, Riccardo Comerio, ex presidente di UNIVA e Presidente LIUC – Università Cattaneo, Marina Verderajme, Presidente di Job Farm, Francesco Zurlo, Vice Preside Scuola del Design e Professore Ordinario di Disegno Industriale al Politecnico di Milano, Stefano Scaroni – CEO di DELES Group e che ha visto l’autorevole presenza dell’ex Presidente del Consiglio dei Ministri, Prof. Romano Prodi.

Tema portante dell’incontro la formazione: non solo quella proveniente dal mondo dell’istruzione, ma anche da quello delle imprese. Per permettere questo è fondamentale avere un pensiero aperto e mettersi continuamente in gioco: “DELES è un’azienda nata da subito con una grande spinta nei confronti delle nuove generazioni, dell’innovazione e della ricerca.
Da qui si sviluppa l’idea dell’Accademia e di questo corso d’eccellenza”, spiega Stefano Scaroni – CEO di DELES Group. “L’incontro con il Pres. Romano Prodi non fa che sancire ancor più l’attenzione alle esigenze dei giovani, sviluppandosi in un contesto nel quale si muoveranno in futuro. Sono stati proprio gli studenti ad avere avuto un ruolo fondamentale nel dibattito animato dal Pres. Prodi, che li ha coinvolti chiamandoli a esporre idee ed esigenze rispetto al mondo delle imprese”.
Nei prossimi mesi, infatti, DELES Academy ospiterà la prima edizione del corso “Packaging Engineering & Design”, dedicato a tutti i professionisti e ai ragazzi che vogliono approfondire i temi della progettazione e gestione di un imballaggio, tema sempre più attuale e intorno al quale è importante creare professionalità.

SCARICA LA RASSEGNA STAMPA

Un interessante momento di confronto

 

Venerdì 29 marzo 2019, dalle 10.00 alle 13.00
Auditorium Whirpool, via Pisacane, 1 - PERO (MI)

Interverranno
Marcello Buzzini, Partner Lablaw Failla Rotondi & Partners
Carmine Candeloro, Industrial Relations Senior Manager, Whirlpool
Adriano Caponetto, Global HR & Organization Director, Bitron
Giampietro Castano, già Responsabile Unità Gestione Vertenze, Ministero Sviluppo Economico
Gabriele Fenouil, Relazioni sindacali Aziende Meccaniche Meccatroniche Associate
Stefano Scaroni, Partner EMS
Marina Verderajme, Partner EMS
Christian Gambarelli, Segretario Generale FIM/CISL Milano
Vittorio Sarti, Segretario Generale UILM/UIL Milano
Roberta Turi, Segretaria Generale FIOM/CGIL Milano

Introdurrà e modererà
Pier Carlo Barberis, Founder - Board Advisor HRC Talent Acquisition

Seguirà light lunch


Con la riqualificazione post crisi ritrova posto il 60% degli addetti

Negli ultimi sei anni 38 sono state le aziende oggetto di progetti di reindustrializzazione, e oltre 11 mila i lavoratori che hanno trovato una nuova occupazione grazia alla riqualificazione. Secondo Giampiero Castano (MISE), nelle situazioni di crisi aziendale si è puntato primariamente a creare le condizioni per favorire l’insediamento di una nuova imprenditoria anche attraverso percorsi di riqualificazione dei lavoratori.

Il percorso di riqualificazione dei lavoratori è decisivo: gli imprenditori hanno oggi bisogno di un capitale umano pronto al cambiamento, non solo tecnicamente preparato, ma anche motivato.

>>> LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO SU IL SOLE 24 ORE ONLINE >>>


Happy new year

Siamo arrivati al 31 Dicembre 2018...l’ultimo giorno dell’anno....anno che mi ha regalato tante emozioni...nuove storie da raccontare, nuove sfide...ho incontrato e conosciuto persone fantastiche che mi hanno lasciato qualcosa di loro e che hanno voluto condividere con me una parte del loro cammino di vita e di questo li voglio ringraziare profondamente.

Ho ritrovato vecchi amici e rincontrato gente che non vedevo da tantissimo tempo...emozioni incredibili...Ho imparato cosa significa avere un rapporto con un cane...NYC un nuovo componente della famiglia.

Ho provato a fare tutto quello che mi ero prefissato...il tempo è poco...ho dormito poche ore, ho preso circa 100 aerei e 100 treni....ci ho provato!

Forse a qualcuno non ho chiesto scusa per qualcosa che inconsapevolmente ho commesso o magari non son riuscito a ringraziare tutti a dovere....beh, colgo questa occasione per farlo....Grazie a Tutti...auguro a Voi ed a tutti i vostri cari un 2019 ricco di gioia e grandi successi... e Grazie a Te che sei sempre dentro di me e che mi manchi tanto.


Relazioni industriali: princìpi e strumenti per un nuovo paradigma

Venerdì 23 novembre dalla sede di Torino dell’AMMA – Aziende Meccaniche Meccatroniche Associate – partirà il RoadShow “Relazioni industriali: princìpi e strumenti per un nuovo paradigma”.

Un’iniziativa promossa da imprese, professionisti della consulenza ed esperti di diritto del lavoro. In programma gli interventi di Adriano Caponetto – Head of HR EMEAR di Oerlikon, Luca Failla – Partner Fondatore dello Studio Legale LABLAW Studio Legale Failla Rotondi & Partners, Stefano Scaroni – Partner della società di consulenza EMS, Carmine Trerotola – Direttore HP Avis Budget Group, Raffaele Apetino – Segreteria Nazionale FIM – CISL, Massimo Brancato – Segreteria Nazionale FIOM-CGIL, Gianluca Ficco – Segreteria Nazionale UILM-UIL.

L’appuntamento avrà luogo in Via Fanti 17 dalle 10:00 alle 13:00 e sarà introdotto da Angelo Cappetti (direttore AMMA) e Gabriele Fenouil (Relazioni sindacali AMMA).


Adesso è tutto ciò che avremo…

Sono nella città più creativa del mondo, dove la gente vive per creare network, dove ogni occasione è ideale per innescare un dialogo con qualcuno che viene da una qualsiasi parte del mondo, per sapere tutto di questa persona e “bruciare” tutto alla velocità della luce.

Sono al bar dell’hotel …ho deciso di mettermi le cuffie, ascoltare della buona musica e lasciarmi trasportare nella mia solitudine guardando queste persone…ognuna con una sua storia.

Tutti con una grande necessità di conoscersi, abbracciarsi, accogliersi…quasi fosse una reale esigenza sociale. Dove non si riesce, per barriere o difficoltà che in qualche modo ostacolano i processi, arriva la socializzazione virtuale che, se vuoi, viste le dimensioni del suo sviluppo, conferma ancor di più la reale emergenza umana.

L’uomo vuole sapere, conoscere, condividere TUTTO. Condividere cibo, auto, case, partner, esperienze, business….

Cosa ci spinge in questa direzione? La paura di essere soli, l’incapacità di sopravvivere senza aggregarsi? Forse è sempre stata una necessità appartenere ad un branco, essere parte di qualcosa…

Io mi godo questi bei momenti di sana solitudine, in questa città folle, dove è impossibile non fare network. Guardo le persone, cerco di capire chi sono, cosa fanno, da dove vengono.

Attimi bellissimi.

Dal silenzio emerge la tromba di Roy Paci, come un ricordo lontano, poi entra il piano ed infine la voce, quasi sommessa…

…E dici che troveremo prima o poi il coraggio
Di vivere tutto per davvero
Senza rincorrere un altro miraggio
Capire che adesso è tutto ciò che avremo…

Vi lascio le note che mi hanno accompagnato in questi pensieri.

 

 

The New York Edition
5 Madison Avenue, New York


Intervista su ICP MAGAZINE

ICP Magazine (la rivista dell'Industria Chimica) nel numero di luglio/agosto ha dedicato un importante spazio alla reindustrializzazione e alla sua sostenibilità. Troverete qui una mia intervista nella quale parlo di EMS, dei modelli operativi nella reindustrializzazione con un focus nel settore chimico, e dei possibili scenari futuri.

L'intervista è di Elena Monti.

>> LEGGI L'INTERVISTA >>


Reindustrializzazioni e crisi aziendali: nuovi strumenti e nuove metodologie

Spesso siamo chiamati come advisor da aziende che stanno affrontando momenti di difficoltà. A queste aziende proponiamo, quando ci sono i presupposti, la reindustrializzazione come possibile via d’uscita rispetto ad una fase di crisi.

La reindustrializzazione rappresenta infatti spesso una soluzione percorribile per quegli imprenditori che stanno affrontando contrazioni dei volumi importanti – o crisi più pesanti – e che si trovano a dover fare delle scelte a volte difficili che inevitabilmente impattano in maniera diretta a livello sociale, sull’occupazione e sul territorio.
In questi casi cerchiamo di affiancare l’impresa per attivare un percorso che, partendo da condizioni critiche – con risorse che rischiano di perdere il lavoro, aree da dismettere, macchine obsolete -, ricrei le condizioni e le opportunità per un rilancio. Dove si spegne una fiamma deve ripartire un fuoco nuovo, che sia allineato con le esigenze del mercato, che abbia tecnologie avanzate, che metta in campo professionalità riconvertite ed in linea con le esigenze di oggi, attraverso piano di formazione mirati.

Nel mio quotidiano contatto con le imprese, ho preso atto del fatto che la reindustrializzazione – benché rappresenti un’alternativa ai processi di dismissione o chiusura delle attività produttive – è una strada poco conosciuta e quindi poco sfruttata nel suo potenziale.

Da questa considerazione è nata l’idea di organizzare un momento di incontro dedicato alle aziende per raccontare cos’è la reindustrializzazione. Un incontro che mettesse “intorno ad un tavolo” imprese, massimi esperti di reindustrializzazione ed imprenditori, testimoni di alcuni casi di successo.

L’idea si è concretizzata lo scorso 6 Giugno a Milano con l’evento organizzato da EMS nella cornice di Watt 10, ex area industriale, simbolo di una riconversione di successo.

TV:

RAI 3 – TGR Lombardia delle 14:00

*Per la foto in copertina si ringrazia il Civico Archivio Fotografico Musei del Castello Sforzesco Milano


Il coraggio di sognare

Exit…atmosfera ideale per lasciarsi andare, per guadagnare del tempo per sé stessi, per migliorare, condividendo con altri esperienza, pensieri, sogni…

Mi emoziona vedere come il nuovo concetto che abbiamo sviluppato stia prendendo forma. La capacità di Matias, Simon e Thomas di mettere a sistema un’idea è stata incredibile… E vedere come Nico, Claudio, Valeria - e tutti i ragazzi di Exit – lavorano ogni giorno mi da grandi speranze: stiamo costruendo basi solide per un futuro importante.

Del resto, le sfide più importanti si vincono con la forte convinzione di voler raggiungere obiettivi ambiziosi.

Viviamo appieno il presente, apprezzando ogni singolo istante delle esperienze che stiamo vivendo, perché sicuramente ci daranno qualcosa, pensando però al futuro, continuando a coltivare i sogni….

Solo sognando di poter raggiungere obiettivi apparentemente impossibili riusciremo a sorprendere noi stessi e chi ci guarda.

Penso che la nostra vita sia un dono troppo grande per essere “sopravvissuta”.

Credo che sia giusto che ognuno possa realizzare le proprie ambizioni.

Mentre scrivo mi vengono in mente i ragazzi di Les Herbies, squadra francese di terza divisione che rappresenta un comune di quindicimila abitanti della Loira, che domani incontrerà nella finale di coppa di Francia il Paris Saint-Germain. Un sogno che quei ragazzi avranno avuto da sempre e che sono stati in grado di coltivare con costanza… del resto… “Il mondo è nelle mani di coloro che hanno il coraggio di sognare e di correre il rischio di vivere i propri sogni. Ognuno col suo talento.” – Paulo Coelho


Il bello delle incertezze

Dobbiamo imparare ad ascoltare i giovani.

Può sembrare una frase fatta, ma in realtà è frutto di riflessioni profonde ed assolutamente sincere.

Quando osservo la mia generazione, o quella che l’ha preceduta, - certo, generalizzando un po’ - non posso nascondere un certo disagio. Vedo persone con i piedi per terra, radicate alle proprie certezze, ai propri ruoli. Agli status symbol. Persone condizionate dalla sicurezza e dalla paura di perdere uno stato di benessere che, in realtà, sta frenando lo sviluppo della società. Una generazione estremamente prudente, ma in stallo. Una generazione senza il coraggio di cambiare, diffidente ed ostile verso le nuove generazioni, da cui forse si sente in qualche modo insidiata. Una generazione senza fame, senza necessità…Leggere di più